Chi siamo

Abbiamo partorito un uovo di drago.

Da un gruppo di genitori, librai e editori indipendenti, ecco perché è nato il progetto C’era un Drago Cattivo Cattivo.

 

Perchè ci sono libri che devono essere letti da ogni bambino.
Non possiamo permettere che la maggior parte dei nostri figli non abbia la possibilità di leggere gli albi meravigliosi della nostra migliore letteratura.
Testi profondi e straordinari, che riescono, senza retorica e falso buonismo, a toccare le corde più profonde del nostro cuore, a smuovere le nostre emozioni, ad attivare il nostro intelletto.
Libri che aiutano a crescere, ad interrogarsi, ad ampliare i nostri orizzonti.
Testi di vera ironia e grande divertimento che non hanno necessità di ricorrere a stereotipi e scurrilità per far realmente divertire il lettore.

Perchè ci sono libri che non trovi in libreria
E spesso non trovi più neanche la libreria, perché quelle indipendenti sono rimaste poche e preziose. E dove non ci sono?
Oggi la cattiva distribuzione e la morte di tante librerie locali creano un problema: le tirature diminuiscono e conseguentemente i prezzi salgono.
Quindi, quando un adulto vuole offrire ai bambini e ai ragazzi dei libri, trova quasi unicamente prodotti industriali e stereotipati, spesso di retaggio televisivo, mentre fatica a reperire un adeguato assortimento di bei libri, ben scritti e di qualità; trova minore competenza nel personale di vendita e troppo spesso ricade nell’acquisto di libri meramente didattici, dimenticando l’importanza del piacere della lettura fine a sé stesso.
Il genitore attento, l’insegnante motivato possono certamente informarsi sull’editoria di qualità, ma questo richiede tempo, fatica e rischio di acquistare titoli che non sono all’altezza.
Perché non fare questa fatica tutti insieme?

Perchè la bella letteratura apre un universo fantastico senza limiti…
Permette ai bambini di esprimere la propria vita interiore, le proprie emozioni, i propri sentimenti e le proprie fantasie; sollecita la fiducia nel futuro e nelle proprie forze.
Sappiamo che i bambini che la incontrano risvegliano l’immaginazione, le capacità espressive ed emozionali.

Lettori educati sin da piccoli a leggere testi con un linguaggio ricco e ricercato ed illustrazioni “parlanti”, facilmente diventano lettori vivaci, curiosi ed esigenti e scoprono la passione per la lettura, che non li abbandonerà mai.

… ed educare alla lettura non è la stessa cosa di insegnare a leggere.
Programmi didattici molto densi e sovrastimolazioni extrascolastiche sommergono il piccolo lettore e lo allontanano sempre prima dall’esperienza del leggere. Un’esperienza che richiede di rallentare dalla frenesia della quotidianità, un’esperienza che richiede tempo.
Paradossalmente questo succede proprio oggi che la produzione letteraria per i ragazzi è finalmente tanto ricca e e generosa. Il Drago pensa che scuole e biblioteche possano e debbano continuare a rappresentare un punto di accesso privilegiato all’editoria di qualità, supportando i genitori nel trasmettere la passione per la lettura e nell’educare alla bella editoria.

Perchè occorre pensarci insieme.
Famiglie, Scuole e Biblioteche sono il principale terreno di semina per l’educazione alla lettura: il Drago vuole aiutarli a comunicare e collaborare.
Vogliamo mantenere viva la passione per la parola inusuale, la rima divertente, l’illustrazione di qualità.
Solo così i cittadini del futuro potranno sviluppare tutto il loro potenziale e diventare adulti consapevoli, emozionalmente evoluti, capaci di mettersi in discussione e di provare empatia.

Il Drago sta nascendo per questo, aiutateci a crescere!